Accelerare metabolismo: consigli per dimagrire più in fretta

accelerare metabolismo in palestra e a tavola

Accelerare metabolismo? Se ritieni di avere un metabolismo poco reattivo e non riesci a dimagrire, sappi che esistono degli espedienti che possono esserti di concreto aiuto nel tuo processo di perdita di peso.

Il metabolismo del nostro corpo comprende tutte le reazioni chimiche che consentono di elaborare gli alimenti e trasformarli in energia: tutte le richieste vengono soddisfatte in ordine di priorità in base ai nutrienti disponibili e determinano il dispendio calorico quotidiano. Più calorie bruciamo, più calorie dobbiamo introdurre.

Quando vogliamo perdere peso è fondamentale osservare una condizione di deficit calorico, ossia assumere meno calorie di quelle consumate. Viceversa se vogliamo aumentare la massa muscolare magra, ingeriremo più calorie di quelle bruciate.

Accelerare metabolismo: come influenzare il dispendio energetico

Il metabolismo si può definire come la velocità con cui bruciamo le calorie per rispondere ai vari bisogni vitali: per accelerarlo bisogna quindi aumentare le richieste e incrementare il dispendio energetico.

Tale dispendio energetico è determinato dal metabolismo basale, dalla termogenesi indotta dall’alimentazione e dalla mole di attività fisica svolta ogni giorno. L’accelerazione del metabolismo quindi può agire su uno o più di questi fattori.

Accelerare metabolismo: il ruolo dell’attività fisica

Il metabolismo basale è il dispendio minimo necessario per mantenere attive le funzioni vitali e la veglia: circa il 60% del dispendio complessivo è legato al metabolismo basale (per una persona sedentaria in buona salute).

Quando si fa più esercizio fisico e quando si ha una maggiore massa muscolare, il metabolismo è incentivato: più muscoli infatti necessitano di più calorie, e le richieste metaboliche di questo tessuto magro sono superiori di quasi dieci volte rispetto ai tessuti adiposi. Anche nello sport, chi ha più muscoli brucia più calorie: non solo durante la sessione allenante ma anche nelle ore successive.

  • Inoltre gli esercizi di muscolazione stimolano la secrezione di ormoni anabolici che inducono una crescita della muscolatura, favorendo quindi un aumento del metabolismo.
  • Le attività sportive di resistenza incidono prevalentemente sul metabolismo durante l’esercizio e hanno invece un basso impatto sul metabolismo basale, poichè tendono a lasciare inalterata la massa.

Associando queste due tecniche di allenamento si ottengono i migliori risultati in termini di accelerazione metabolica, poichè aumenta la presenza di muscoli e quindi di capillari e mitocondri (le nostre piccole centrali energetiche cellulari) che determinano una maggiore richiesta energetica.

Accelerare metabolismo a tavola

Oltre all’attività fisica, anche l’alimentazione può aiutarci a migliorare il nostro metabolismo: la termogenesi indotta dalla dieta è il dispendio energetico legato all’attività di elaborare, digerire, assimilare e stoccare i nutrienti contenuti nel cibo. La TID degli zuccheri è pari al 5/10%, quella dei grassi è del 2/5% e quella delle proteine è del 10/35%. Quindi per aumentare il metabolismo:

  • non dobbiamo saltare i pasti
  • dobbiamo bere almeno 2 litri di acqua al giorno (e anche di più nei giorni di attività fisica)
  • tenere in considerazione una buona quota proteica che aiuta a bruciare più calorie, nella misura di 1/2 grammi per ogni chilo di peso
  • preferire i carboidrati complessi insieme alle fibre, riservando gli zuccheri semplici per l’allenamento
  • non seguire diete troppo drastiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mostra
Nascondi